lunedì 30 gennaio 2017

Mannequin Challenge e la classe 5AE


La classe 5AE, Liceo Santa Rosa
Coordinamento: Prof.ssa Giorgia Giorgini

Ormai da giorni sui social network stiamo assistendo a video in cui i protagonisti riescono a rimanere immobili intenti in qualche azione, proprio come dei manichini, In sottofondo c’è la canzone «Black Beatles» di Rae Sremmurd. 

Cos’è il Mannequin Challenge è molto semplice: letteralmente significa “la sfida del manichino”, e già questo dice tutto su cos’è il gioco. Il Mannequin Challenge è una tendenza social che è partita dagli Stati Uniti ed è arrivata in Europa e sta continuando a diffondersi grazie proprio alla semplicità delle modalità di partecipazione e alla vastità di scenari immaginabili. 

Per partecipare alla sfida e condividere il proprio video per il Mannequin Challenge basta girare un video di qualche secondo purché ci siano diverse persone come protagonisti e che questi rimangano completamente immobili. L’obiettivo è quello di resistere il più possibile in determinate azioni, e ovviamente non è divertente restare fermi in posizioni banali o guardare persone che restano immobili senza una costruzione adeguata. 

Ecco quello che abbiamo fatto noi!!!! 


Video: Soraya Bonaventura Musica: Veronica Meloni Manichini: Martina Appolloni, Lucrezia D’Alessio, Veronica Meloni, Martina Mizzelli, Ilaria Moretti, Aurora Orsolini, Melissa Patacchini, Francesca Perdicchia, Andrea Quatrini, Valentina Rubino, Federica Rufini, Martina Testini, Leonardo Volpini.

martedì 24 gennaio 2017

Alla scoperta di Viterbo medievale: progetto intercultura

Il 13 dicembre scorso, la nostra classe - IIIA M del Liceo musicale S.Rosa - è stata protagonista di una lezione "insolita", interdisciplinare e all'aperto, che ha unito la storia, la storia dell'arte e la lingua inglese. 

Guidati dalle nostre professoresse, rispettivamente Monica Sanfilippo, Paola Ciccioni e Cesira Rumori, abbiamo organizzato un'uscita didattica alla Viterbo medievale al fine di far scoprire alla studentessa Carrie E., proveniente dall'Australia, e ospitata nella nostra classe per tre mesi, quanto stavamo studiando direttamente sul territorio, per assaporare dal "vivo" il fascino di una delle città medievali più belle e meglio conservate.



Ci eravamo preparati da qualche settimana, divisi in gruppi, sulle diverse aree monumentali, sia in lingua italiana che inglese, e sulla sua ricca storia medievale che le ha fatto meritare l'appellativo di Città dei Papi. Così pronti e carichi, alle ore 9.00 del 13 dicembre abbiamo lasciato alle nostre spalle l'Istituto e ci siamo addentrati nelle viuzze, dal Quartiere San Pellegrino a Santa Maria Nuova, da Piazza del Gesù a Piazza della morte fino a Colle San Lorenzo, prevedendo come ultima tappa la visita al Museo del Duomo del Colle e della Sala del Conclave.




E' stato davvero entusiasmante procedere con calma e condividere le nostre ricerche, spiegare a turno le caratteristiche dei luoghi e poter scoprire con più attenzione particolari, aneddoti e fatti davvero importanti di una città che percorriamo distrattamente tutti i giorni. Inoltre la nostra compagna australiana è stata davvero molto felice dell'esperienza.






Classe IIIAm - Liceo Musicale Santa Rosa (VT)

giovedì 12 gennaio 2017

FLAUTISSIMO 2016


Cos'è "Flautissimo 2016"

Già il superlativo ci introduce alla "grandezza" dell'evento che ogni anno l'Accademia italiana del flauto (www.accademiaitalianadelflauto.it) organizza attorno a questo straordinario strumento.


Ed anche quest'anno si è dimostrato un vero successo, parola degli studenti del Liceo musicale Santa Rosa da Viterbo, che hanno partecipato con entusiasmo al meeting, accompagnati dal loro professore di Flauto, Donato Salvatore Cambó







La full immersion si è svolta al teatro Palladium di Roma, nel quale sono intervenuti alcuni tra i più grandi flautisti del mondo: Mario Caroli, Paolo Taballione, Riccardo Ghiani, Andrea Oliva, Alice Morzenti, Silvia Careddu, Emmanuel Pahud, Juliett Hurel ecc., confermando la validità di Flautissimo quale principale festival europeo dedicato al flautismo.




Le due giornate erano divise in più masterclass: la mattina, tenute da questi grandi artisti e, alcune delle quali, anche in diverse lingue; e i concerti il pomeriggio, separati tra loro da un'ora di intervallo. Oltre a respirare un'area di scambio internazionale, i ragazzi hanno avuto la possibilità di provare flauti traverso di diversi tipi e materiale, ritornando a casa arricchiti su più fronti dall'esperienza.



di CAMILLA POLLINI (4°AM)

Un debutto da professionisti: "Bastiano e Bastiano" di Mozart messo in scena dal Liceo musicale Santa Rosa

E' stato un trionfo, il 17 e 18 dicembre scorso, il debutto degli studenti del Liceo musicale Santa Rosa da Viterbo che si sono esibiti nel singspiel mozartiano, "Bastiano e Bastiana", (opera in musica in un solo atto e in lingua tedesca) che l'enfant prodige Wolfgang Amadeus Mozart vede rappresentata per la prima volta nel 1768 a Vienna quando ha solo 12 anni.

Gli studenti del Santa Rosa, sia cantanti protagonisti che musicisti dell'orchestra, hanno avuto l'occasione di sentire sulla propria pelle l'esperienza diretta del fare musica insieme e dal vivo, stare "dentro l'opera" da veri musicisti professionisti poiché lo spettacolo è stato allestito in tutti i suoi particolari scenici.  

Ad accompagnarli in questo complesso percorso sono stati i professori di strumento dei ragazzi che hanno suonato insieme a loro affiancandoli nell'orchestra, ed esperti esterni come il M° Gino Nappo, che ha diretto l'orchestra, Serenella Isidori, che ha curato la coreografa e Isabel Pascoloscenografa e costumista.

L'opera ha inizio con Bastiana (interpretata da Eleonora Zazzu e Nicol Oroni) che, scontenta per il calo delle attenzioni da parte del suo amato Bastiano (interpretato da Gianni Mancini e Aldo Castè) chiede consiglio al mago Colas (interpretato da Jacopo Burla e Filippo Malvezzi) che le suggerisce di comportarsi in modo superficiale. 




Successivamente Bastiano saluta il Colas che viene scacciato da Bastiana; l'amato chiede aiuto al mago per riconquistarla. Bastiano minaccia di suicidarsi e la fanciulla, pur non lasciandosi intimorire, ha paura di perdere il suo amato. Infine Colas, nei canoni del lieto fine, riappacifica la coppia. 


di BUSSU gABRIELLA e CAMILLA POLLINI (4°AM)